• 347 1457707
  • info@emozioniinascolto.it
  • Lun - Ven : 9:30 - 20:30
  • Sabato : 9:30 - 14:30

disturbi

fobie

Le Fobie inducono il soggetto che ne soffre a mettere in atto comportamenti di evitamento nei confronti delle situazioni o condizioni temute e questo può, nei casi più gravi, limitare l’autonomia del soggetto al punto da interferire significativamente con la normale routine dell’individuo, con il funzionamento lavorativo o scolastico oppure con le attività o le relazioni sociali. L’evitamento messo in atto  produce in un primo momento sollievo momentaneo ma successivamente la persona prova un forte sentimento di perdita della libertà individuale, di decisione, con conseguente senso di frustrazione ed inadeguatezza.

Si distinguono:

FOBIE GENERALIZZATE: (Agorafobia e Fobia sociale)
Per Agorafobia si intende l’ansia relativa al trovarsi in luoghi o situazioni dai quali sarebbe difficile (o imbarazzante) allontanarsi o nei quali potrebbe non essere disponibile aiuto nel caso di un attacco di panico inaspettato o sintomi tipo panico.

Per Fobia sociale si intende la paura e l’evitamento delle situazioni sociali o prestazionali, nelle quali si è esposti al possibile giudizio degli altri, per il timore di apparire imbarazzati o ridicoli.

FOBIE SPECIFICHE:

a) Tipo animali. Fobia insetti, animali
b) Tipo ambiente naturale. Fobia dei temporali, altezze, acqua, etc.
c) Tipo sangue-iniezioni-ferite.
d) Tipo situazionale. trasporti pubblici, tunnel, ascensori, volare,etc.
e) Altro tipo.

Sintomi comuni della fobia.      
L’esposizione allo stimolo fobico provoca una reazione ansiosa immediata, caratterizzata da sintomi quali tachicardia, senso di soffocamento, vertigini, sudorazione, disturbi gastrici, nausea, tremori etc.

 

La fobia sociale

Il tratto distintivo principale dell’ansia sociale, noto anche come fobia sociale, è la paura ricorrente di situazioni sociali o di prestazioni. I soggetti con ansia sociale hanno eccessivamente paura di agire in un modo che verrà percepito come imbarazzante o che presenti sintomi di ansia che gli altri osservano e giudicano negativamente (sudare, arrossire, balbettare, avere le mani sudate, avere la voce che trema…).
Quando si soffre di un disturbo d’ansia sociale la paura di provare imbarazzo è così intensa da portare la persona ad evitare tutte le situazioni che potrebbero scatenarla. È importante sapere che esistono trattamenti e strategie psicologiche molto efficaci che potranno aiutare la persona a superare i sintomi e a ritornare padrone della propria vita.
I sintomi principali di ansia sociale sono la paura intensa di essere valutati negativamente soprattutto quando si presentano le seguenti situazioni:

  • Parlare in pubblico;
  • Fare colloqui di lavoro;
  • Essere interrogati;
  • Parlare con gli sconosciuti;
  • Parlare al telefono;
  • Mangiare o bere nei ristoranti;
  • Scrivere in pubblico;
  • Leggere in pubblico;
  • Parlare con persone autorevoli.

Per l’individuo con fobia sociale la paura spesso non è solo quella di essere valutato negativamente, ma è spesso la paura più specifica di essere considerato come inetto, incapace, maldestro o goffo. Le persone affette da ansia sociale spesso sono anche preoccupate di essere giudicate come socialmente inadeguate in situazioni come feste, incontri o conversazioni. Di conseguenza la risposta più comune di comportamento è l’evitamento delle situazioni sociali che generano l’ansia.
Inoltre, gli individui con fobia sociale tendono spesso a trascorrere ore, anche giorni, analizzando le loro prestazioni sociali e i modi che gli altri hanno utilizzato per rispondere negativamente (secondo un pensiero distorto) alle loro prestazioni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il primo passo non ti porta dove vuoi ma ti toglie da dove sei.

Il primo incontro è gratuito.

© 2019 Emozioni in Ascolto. All rights reserved. Designed by studioemmee