• 347 1457707
  • info@emozioniinascolto.it
  • Lun - Ven : 9:30 - 20:30
  • Sabato : 9:30 - 14:30

disturbi

Ossessioni

Le Ossessioni non sono semplicemente preoccupazioni circa i problemi della vita reale. Le ossessioni sono pensieri ricorrenti e persistenti, immagini invadenti, eccessive e inadeguate alla situazione. Le ossessioni causano ansia o disagio, e spesso interferiscono con la capacità di una persona di concentrarsi sui compiti quotidiani. Gli individui con ossessioni spesso cercano di ignorare, sopprimere o neutralizzare le ossessioni, di solito con scarso successo.

Ossessioni più comuni sono:

Preoccupazioni di Contaminazione (germi, sporco, ecc);
Pensieri aggressivi o immagini (danni a sé e degli altri);
Pensieri sessuali o immagini;
Pensieri religiosi o immagini;
Pensieri sulla simmetria e l’ordine;
Parole ricorrenti, frasi, canzoni, numeri.

 

Cosa sono le compulsioni?


Le compulsioni sono comportamenti ripetitivi che la persona si sente spinta ad eseguire nello sforzo di evitare o diminuire l’ansia creata dalle ossessioni.

Le compulsioni più comuni sono:

Lavaggio continuo delle mani;
Ordinare oggetti / Mettere in simmetria oggetti;
Controllo frequente delle serrature delle porte, delle finestre, interruttori della luce, prese elettriche, ecc.;
Evitare contatti con oggetti di uso quotidiano come lavandini, bagni, maniglie delle porte, oppure qualunque cosa che un individuo creda sia contaminata;
Accomodare senza che ve ne sia bisogno i contenuti di cassetti, scaffali, ripostigli, armadietti, oppure raddrizzare i tappeti, riavvolgere le persiane;
Cercare continuamente rassicurazione dagli altri che non si è commesso o che non si commetteranno azioni inaccettabili, inappropriate o immorali;
Dire preghiere ripetutamente per assicurasi che non si è commesso o non si commetteranno azioni inaccettabili, inappropriate o immorali.


Come gli psicologi trattano il DOC?

 

In psicologia la terapia dell’esposizione e prevenzione della risposta è il metodo più efficace. L’esposizione e la prevenzione della risposta consiste nell’esporre i pazienti alle ossessioni che creano ansia ma impedendo loro di praticare le loro compulsioni. Dopo l’esposizione ripetuta senza le compulsioni, i pazienti imparano che la loro ansia è irrazionale e che le loro peggiori paure non si sono realizzate e, successivamente, si riduce la loro ansia. Usando la Desensibilizzazione, il paziente sperimenta, durante le sedute, l’esposizione ai suoi timori, partendo da quelle voci che provocano meno ansia.
Sono assegnati poi regolarmente “compiti a casa”/ homework in modo che il paziente continui a mettere in pratica le nozioni apprese ed esercitarsi a fronteggiare la sintomatologia  tra una seduta e l’altra. Questi esercizi sono pianificati in maniera personalizzata, specifici per i singoli individui e sono una parte essenziale del trattamento per il DOC, la gamma dei disturbi di tipo ossessivo e altri disturbi d’ansia.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il primo passo non ti porta dove vuoi ma ti toglie da dove sei.

Il primo incontro è gratuito.

© 2019 Emozioni in Ascolto. All rights reserved. Designed by studioemmee